S’io fossi uccello

Che bello urlare!
Anche se non ho più voce
io piango e mi strappo gli occhi
Ho voglia di cantare
e anche un po’ di volare
anche se le vertigini mi bloccano
e se mi immagino un uccello
mi spavento senza mani
non potrei accarezzarti
e non potresti detestarmi.
Ma io caro Dio
ti guarderei con occhi diversi,
forse non ti ascolterei
e solo volerei.
Mi lancerei dai precipizi,
seguirei gli stormi,
osserverei dall’alto dei cieli
e dormirei nei sacri tetti.
Mi preoccuperebbe la puzza che farei.
Dicono che possono portare malattie…
Ah l’uomo no?
Sono già pieni di complessi,
di manie e di fobie.
E allora mi lancerei!
e contro un bel vetro mi schianterei.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: