Il monte

E voi
lì impalati
pronti col giudizio sulla lingua
rigurgito le frasi
le mie dita sono pazze
mi muovo a ritmo del terremoto
sveglia!
Mica dormire che il giorno è lontano
la puzza vicina
e la noia a casa mia.
Mi son perso
e lo dico onesto
quale casa tu mi accenni
in questo gesto di folli piedi
beata la gioventù vecchia
caro fratello di mia sorella
bacio il monte dei nostri padri
capisci almeno la mia volontà
oggi si cambia
e ci si piscia in faccia
siamo liquido o siamo ceneri
accendi i lumi dei miei seni
scivolo nel monte
e si scivola in sto monte
c’è una cascata di liquidi che è fonte
nuova luce grazia divina
da lì escono tutti con la faccia birichina
Attenzione: non parlo della vagina.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: