Quindici

QUINDICIII!!!
Les quatre cents coups du diable
Cucino la minestra
o cucio la maestra?
C’è caldo in questa terra
Quanto ammiro questo cielo
lo amo lo amo!
Solo l’idea mi accarezza in testa
Il sei è l’amore
e il centoventitre pure
e anche il quindici allora
e quale onore.
Sai mio caro,
Ti ho guardato e ti ho studiato
sei sempre più lesto nel fare il maldestro
Oggi è 15 caro mio
era festa un dì dell’Io
ma se si muore non ricordo allora
A cosa serve festeggiare
se non al tempo arreso?
Ogni festa è disutile se
si festeggia chi non c’è
è festa solo se in vita
chi la festa canta e conta nelle dita.
Se io muoio non festeggiate il mio compleanno
ma se Cristo è morto
il 25 non serve al pianto
La festa l’Io la canto se vera
se morto non piango e rido (sputo) sopra un piatto.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: