L’angelo

Rosso come cratere

dai tuoi occhi sono corso

di quel rosso magma liete

Aureola di vita

emanazione precoce

la rincorsa nel tempio

da un poco trascurato

Batti un ciglio caro mio interiore

sei immobile e fisso

in attesa di nuova luce

balbuziente

Troppe fenici

crei l’essere

ti diletti con la linfa

e allora caricami!

Che ti voglio fare urlare

come il vulcano che erutta di piacere

togli il tappo

mio caro angelo

mostrati reale e smetti di fingerti

tu, in me

fatti sentire che ti trovo un po’ spento

io lo sai che ti ho cercato e trovato

ma ancora non basta per il monte.

Se tu sei un angelo

scortica il mio Io

accarezzamelo lieve

e coccolamelo alla morte.

È finito l’incenso.

Angelo, dove sei!?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: