L’attesa

L’attesa è logorante

come un corvo sulle spalle

ti punzecchia il collo curvo

ti urla bacia nel caro muso

mi sciolgo intanto

come un sasso nell’acqua

che sprofonda negli abissi

cibo pesci e solo pongo

L’attesa è fastidiosa

sai che noia tagliare la barba

mi tengo in forma ogni sera

ma l’attesa freme freme e ritorna

Questi ciottoli non più rumorosi

ho perso i tacchi nel tragitto

se li trovi ridammeli che mi servono

però se vuoi te li presto

prova anche tu a tenerli nel taschino

L’attesa sì mi disturba alquanto

avrei voglia di saltare lungo i bordi

di cercarti per deserti

di mostrarti i mostri nel cassetto

ma tu sei attesa

e allora sparisci che mi guasto

parisci nei miei occhi

che io ho bisogno di belle viste

le conto tra le dita

ma non so più contare e ogni volta mi tocca ricominciare

forse è una scusa per passarmi il tempo

ma dove sei!

Non sarai mica come lei?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: