Avrei voluto masticare il tuo cuore

Avrei voluto masticare il tuo cuore
morderlo
crescendo come le stelle la notte
strappare la tua pelle
unendola alla mia
e come farfalla rinascere senza speranza
togliere il velo dell’illusione
indossando i tuoi occhi
perché la pienezza del mio cuore
possa infrangersi come vetro
e generare comete nascenti
che come capelli crescono sulla tua schiena
risvegliandomi senza corpo nel tuo corpo
ma con l’odore della tua vita
aprendo strade lungo il viale
arricchito dai colori dei tuoi dolori
risorti verso un cielo colorato
di un passato trasformato
tenendoti per mano
e la mano nella mano
sciolta assieme alla mia
come spiga solletica terreno
stretti senza tempo
e lo spazio
Esistenza
annientando ciò che siamo
sviluppando ciò che siamo
il canto degli uccelli
accompagnare i nostri silenzi
e con l’ago ricucire la tua sorte
infinita senza dose
camminando unica forma
diventare cielo e osservare le nuvole
essendo amore
senza ricercare alcuno amore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: