Vorrei distruggerti di carezze

Vorrei distruggerti di carezze

leccare la tua linfa

senza pietà

finché il tuo corpo sciolto suoni il battito delle stelle

volerei

come fossi’l giorno

il sole

e tu un fiore

tacendoti vapore

l’ebrezza del silenzio

fintanto che il sudore possa riposare in pace

staccando la tua maschera una dietro l’altra

e osservare i tuoi organi

succhiando le cellule ringiovanite

e come farfalla

posata sulla testa

portarti in volo dal corpo all’assenza

suprema visione

e con le unghie

saziare la tua pelle

e vederne il rossore

osservando la crescita dei frutti

l’albero

radicando come chiodi i nostri piedi verso magma

in un bollore dorato

senza virtuosismi

senza pregiudizi

ma con gli sguardi persi verso il cielo

indicando la somiglianza di una nuvola ai nostri pensieri

e ricreare

come argilla la terra le foglie

il tuo vuoto

riempito di un vuoto totale

balbettando come fenice la rinascita dei nostri sorrisi

la tua cenere

bevuta da mia anima

nel sentiero della vita

nell’esplosione tua riuscita

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: