Sacro col Profano

Cancrena

interiora

come un sospiro pervaso dalla primavera

marcio nel marcio

si è ciechi senza tempo

la danza di elettroni

Fanculo questo rombo

lo perforo lo mangio in todo

lealtà pari slealtà

mica ti creo per pigrizia o avarizia

dentro fuori

sono fuori

questo è l’attimo

del perdono

Nostalgia via

non butto niente

raccolgo solo

insalata mista

Sacro col Profano

questo è un ring di pensieri

li accolgo tutti

e te li lancio addosso

Dio interiore fammi danzare

ho due mani

ma sono solo

le mie unghie ricrescono

dammi il segno

questo inizio

mescolo il minestrone

e lo mangio nel cenone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: