Campo di sabbia | Il taccuino nero

Campo di sabbia

come spiaggia io ti vedo

io ti vedo

È l’odore del mio lo sento

volerei a Sarajevo

Uruguay Madrid e Francia

lentamente

scrivo ancora

scrivo ancora

ancorato a questo blu

luce illumina questa serata

ringiovamento

sono lento

capisco poco

troppi pensieri

tutto come ieri

concludo e ricomincio

ricomincio e sconcludo

dieci righe

la pioggia trema

mi bagno tutto

che spavento

Maggio è il mese degli uccelli

sono neri

sono veri

Maggio è il mese delle verità

si lavora un po’ più in là

si comincia come sempre

È un ricominciare della primavera

questo inizio è sarcastico

la nostalgia la lascio là

mi percuoto nel volerlo

e lo voglio e lo dico

sia chiaro sono forte come leone

io comando a malincuore

Pronti

Via!

 

Scarica l’eBook de Il taccuino nero

Ordina il libro cartaceo scrivendo a lacantina.casv@gmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: