La falsità è la virtù dei furbi | Il taccuino nero

Dio Dio

quanto sei simpatico

questi mesi

questi anni

questo è un lutto

del Dio risorto

C’è una danza dentro me

c’è il delirio in questo corpo

un brodo alla merda

me lo bevo tutto

fino in fondo

Inamicizia

tu sia lodata

la falsità è la virtù dei furbi

che si fottano pure loro

ci mangio sopra

e ancora merda

suono suono

tiro fuori il campanello

il mio animo corre svelto

Questa volta ho imparato

lo dico sul serio

ho imparato

in dietro si torna

davanti no

Il fuoco io dicevo

e lo dico ancora

ma a vanvera e a vuoto

Balbetto come un ruscello

in piena

nel pieno

Cosmo accorri

i ripari dove sono

mi mangio da solo

vita mia, a noi due

 

Scarica l’eBook de Il taccuino nero

Ordina il libro cartaceo scrivendo a lacantina.casv@gmail.com

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: