Come cenere | IL TACCUINO NERO

Come cenere

dagli alberi

stella cade

e risorge

polvere crea

alata creatura

ammiro la caduta

sotto i ferri

battuti

di questa stirpe

La storia la fa il vicino

quando bussa

a rinfusa

chiede scusa

dio che paura

sia pura

quiete mite

sole splende in questa notte di mezza luna

o poco più

niente più blu

niente di più

solfeggio

arenato albero spiego

quali emozioni

solo interiori

dinamo giro

penna scrivo

foglie battute

spento volo

in questo trono

maldestro

chiedo venia

prego bacio

ti accarezzo

puro laccio

ora dormi

buona notte

 

Scarica l’eBook de Il taccuino nero

Ordina il libro cartaceo scrivendo a lacantina.casv@gmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: