Sono corpo | IL TACCUINO NERO

Sono corpo

vivo e prego

in questo gioco

corro scalcio come nascita diurna

regna sovrano il silenzio

respiro

caldo tenue soffice primavera

vieni a prendermi

con te

I ricordi del no senso

ciò che era

ciò che è

socializza con gli stivali

anche quelli muoiono

ora sono ora solo

in quest’epoca di grazie

e di venture

come carezza mi prendi per mano

vicino seno

qualche scatto di nervo steso

qualche bacio di amore illeso

qualche carezza nel sonno regno

qualche stretta di effimera visione

come immagine cherubina di farfalla sopra umani

sorvoli le isole

nostre fobie

care tirannie

senza togli spiga scarpa

battito soffia l’aria primavera

scalzo terra solare calore

luna 21 mondo gira il resto trema

balla d’amore

maestro di furore

 

Scarica l’eBook de Il taccuino nero

Ordina il libro cartaceo scrivendo a lacantina.casv@gmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: