Archivi tag: arte

Caldo! | IL TACCUINO NERO

Caldo!

Che caldo

fa haldo!

Si brucia in questo rogo

Come va?

Mi serve il pass

settore 2 interno 6

benvenuto all’inferno

prego prego

entri pure

non si scoraggi

nulla nuoce se nulla teme

scusi, ma lei freme

mica si perda

in questo rogo

rischia grosso

oddio un botto!

Non si curi

ogni tanto qualche d’uno

prende fuoco sparge poco

implode qui dentro

esplode lì

ma sta sudando

vuole un telo?

Questo è rosso

come l’inferno

balli balli

ha visto come si muovono?

Mi scusi ma lei

è qui

perché tra di noi?

Oh dio mio

è proprio innamorato!

l’inferno è dentro

dentro lei

il fuoco brucia

prende vita il 6

 

Scarica l’eBook de Il taccuino nero

Ordina il libro cartaceo scrivendo a lacantina.casv@gmail.com


Maremoto #2 | Il taccuino nero

Maremoto

16

azione!

ricerca di cui si fa ma non si è

Tremore!

Amore

come doni all’eterno l’energia

funivia

via via

possa tu essere mia

non come possesso

come io dono per te

come dono

per te

vita di cuori

due di picche

spade e fiori

coppa imbevuta

calice rosso

come colore rosso

rilassamento

e si dorme

come se non fossi mai stato in questo luogo

lentamente

apri gli occhi

Ah!

nero bianco grigio viola

salvo chiricheto penna impazzita

brina brina

accarezza le mie membra

fogli volanti

taccuino imbevuto

tacchino santificato

tonno morto solo la asfalto

giorni con te

notti per te

passione da te

scricchiolio

sveglia feroce

ritorno nel sogno

quotidiano

vita prendimi per mano

 

Scarica l’eBook de Il taccuino nero

Ordina il libro cartaceo scrivendo a lacantina.casv@gmail.com


L’arte dell’attesa

Notte di scuse

note di auguri

alla ricerca della foto

così ancora più vicina

in questa distanza ridicola

e finta

Ti melmo

domani Giuda

e Io lo ammiro

si chiamerà così

E quindi ogni santi

tu dato vita crei crei

Attesa

ma crei

È un’arte la tua

saper attendere

e fare aspettare

una prova di coraggio

superata solo campi di fiori

siamo forza unica

come fuoco della terra

magma incompreso volante espresso

da una foto

regali emozioni

come lo specchio di se stessi

dentro se si guarda il sé

si parla e si immagina

cosa Dio racconta all’Io

cosa Giuda si teneva dentro

Ti sfioro col pensiero

attendo raggio

e ne sono fiero