Archivi tag: poesia

Libellum #7

Pagine da libellum 7.jpg

Il libro LIBELLUM è ordinabile cartaceo scrivendo a stanzadellospiritoedeltempo@gmail.com .

19 poesie di Giacomo Marighelli e 19 disegni di Giulia Aquino, con prefazione di Chiara Finizza. Una piccola opera che segue come filo conduttore la libellula, “protagonista di questo vagare curioso, […] metafora potente per raccontare la vita.”.

Annunci

Libellum #6

libellum 6.jpg

Il libro LIBELLUM è ordinabile cartaceo scrivendo a stanzadellospiritoedeltempo@gmail.com .

19 poesie di Giacomo Marighelli e 19 disegni di Giulia Aquino, con prefazione di Chiara Finizza. Una piccola opera che segue come filo conduttore la libellula, “protagonista di questo vagare curioso, […] metafora potente per raccontare la vita.”.


Libellum #5

libellum 5.jpg

Il libro LIBELLUM è ordinabile cartaceo scrivendo a stanzadellospiritoedeltempo@gmail.com .

19 poesie di Giacomo Marighelli e 19 disegni di Giulia Aquino, con prefazione di Chiara Finizza. Una piccola opera che segue come filo conduttore la libellula, “protagonista di questo vagare curioso, […] metafora potente per raccontare la vita.”.


Libellum #4

libellum 4.jpg

Il libro LIBELLUM è ordinabile cartaceo scrivendo a stanzadellospiritoedeltempo@gmail.com .

19 poesie di Giacomo Marighelli e 19 disegni di Giulia Aquino, con prefazione di Chiara Finizza. Una piccola opera che segue come filo conduttore la libellula, “protagonista di questo vagare curioso, […] metafora potente per raccontare la vita.”.


Libellum #3

libellum 3.jpgIl libro di poesie LIBELLUM è ordinabile scrivendo a stanzadellospiritoedeltempo@gmail.com .

19 poesie di Giacomo Marighelli e 19 disegni di Giulia Aquino, con prefazione di Chiara Finizza. Una piccola opera che segue come filo conduttore la libellula, “protagonista di questo vagare curioso, […] metafora potente per raccontare la vita.”.


Libellum #2

libellum 2.jpg

 

Il libro di poesie LIBELLUM è ordinabile scrivendo a stanzadellospiritoedeltempo@gmail.com .

19 poesie di Giacomo Marighelli e 19 disegni di Giulia Aquino, con prefazione di Chiara Finizza. Una piccola opera che segue come filo conduttore la libellula, “protagonista di questo vagare curioso, […] metafora potente per raccontare la vita.”.


#1

Ogni parola.jpg


Sono corpo | IL TACCUINO NERO

Sono corpo

vivo e prego

in questo gioco

corro scalcio come nascita diurna

regna sovrano il silenzio

respiro

caldo tenue soffice primavera

vieni a prendermi

con te

I ricordi del no senso

ciò che era

ciò che è

socializza con gli stivali

anche quelli muoiono

ora sono ora solo

in quest’epoca di grazie

e di venture

come carezza mi prendi per mano

vicino seno

qualche scatto di nervo steso

qualche bacio di amore illeso

qualche carezza nel sonno regno

qualche stretta di effimera visione

come immagine cherubina di farfalla sopra umani

sorvoli le isole

nostre fobie

care tirannie

senza togli spiga scarpa

battito soffia l’aria primavera

scalzo terra solare calore

luna 21 mondo gira il resto trema

balla d’amore

maestro di furore

 

Scarica l’eBook de Il taccuino nero

Ordina il libro cartaceo scrivendo a lacantina.casv@gmail.com


Il piacere! | IL TACCUINO NERO

Il piacere!

Il piacere di dare piacere

piacere al mondo

Piacere io sono il piacere

ti si presenta il piacere

ammiri il piacere

e piacere sia

questo è un piacere

si ama il piacere

il piacere della vita di essere vivo

Sono vivo che piacere

santo piacere

questo è un piacere

gusto del piacere

che piace, ma per piacere

me ne dia un po’ di piacere

Salto con piacere

come bimbo gioco di piacere

osservo galli ricoperti di piacere

il piacere dell’alba terrestre

come il sole è il piacere di riscaldare e rinfrescare

come piacere diurno notturno

cuscino dammi il piacere di dormire

mi faccia il piacere

questo è il piacere iracondo

giusto e tondo di piacere

rincorre specchi di piacere

il piacere di essere vivo.

Aaah che piacere

sorrido al mondo di piacere

 

Scarica l’eBook de Il taccuino nero

Ordina il libro cartaceo scrivendo a lacantina.casv@gmail.com


Barba incolta | IL TACCUINO NERO

Barba incolta

folta

racchia stolta

come verme

striscia sfluscia biscia sguscia

lieve

Jahvè!

Mi dicevano

sopra cuscino

rispondevo

gemi gemi

in questo canto etichetta

nostra quiete

noi due l’ego

via da queste spoglie

giorni in levare

crescono solo

vedono lune

piene d’amore

ricoperte di vesti

svesti le vesti

compatto fermo resti

mio canto mattutino

di abbracci giochi sono

lato crepuscolo

vento incandescente

fodera mite sporca d’amore

ricca di miele

giusta storia

canta in questo giro

Manchi manchi

je pense

solo a te

un saluto

forte

cara re

 

Scarica l’eBook de Il taccuino nero

Ordina il libro cartaceo scrivendo a lacantina.casv@gmail.com