Archivi tag: tarocchi

Conti fino a 10 | Il taccuino nero

26

6

8

14

5

cambio

mutazione

innominato

4

togli 1

aggiungi 10

vengo nella foresta

flora fauna

leoni leonessa

alberi cielo natura stelle

cosmo universo

raccogli sempre

mattina sfere

sfera di vita

germogli nascenti

sfera di piacere

godimento senza sapere

7

si parte!

Carro vuoto

carro pieno

tinta unita

senza freno

piedi scalzi

valigia vuota

tu sei arcaica

L’amore vince senza la manica

togli vestiti

conti fino a 10

questo è l’inizio

dei nostri sentimenti

 

Scarica l’eBook de Il taccuino nero

Ordina il libro cartaceo scrivendo a lacantina.casv@gmail.com

Annunci

Purificazione | Il taccuino nero

Purificazione

mantra

sfere

suoni

nanna

acqua

disegno

schemi

frantumi

specchi

geometrie

spettri

negativo

se ne vada in ritiro

positivo

se ne venga da me vivo

luogo naturale

intimo astrale

luogo subtotale

vita poesie tutto vero

zen risposta prima della domanda

indico con l’indice

tutto l’universo

mescolo miscela

affanni

sera

mi ritiro un po’ nello spazio

in questo gioco me ne torno sazio

 

Scarica l’eBook de Il taccuino nero

Ordina il libro cartaceo scrivendo a lacantina.casv@gmail.com


Lettura dei Tarocchi #6

Lettura dei Tarocchi

Consultante: Uomo

Domanda: Vorrei sapere cosa mi blocca o cosa blocca la mia manifestazione di ciò che voglio essere

Stesa a tre carte:

sotto il mazzo LA GIUSTIZIA

LA LUNA – IL GIUDIZIO – L’IMPERATRICE

13898277_10208549186360307_1142830430_o.jpg

Io: Quale è il tuo scopo nella vita?

Lui: Essere di più… ma non nel senso di avere… cioè la condizione umana è misera e io non riesco ad accettarla, per cui vorrei essere tra i tanti che aiutano le persone addormentate a svegliarsi.

Risposta: come è stata vissuta la tua adolescenza (intendo anche la fase “gioco”)? Ciò che ti blocca mi sembra di capire sia tua madre principalmente, e in parte la famiglia. Forse una madre castrante, o critica, o giudicante nei tuoi confronti? Se non è la madre è una figura femminile… forse anche entrambe… Hai bisogno di esprimerti nel tuo potenziale senza avere gli occhi della famiglia addosso, forse anche solo in una piccola prima fase anche senza un vero e proprio obiettivo, un po’ appunto come fa l’adolescente quando scopre il mondo. Può essere che certe volte hai delle idee che ti spingerebbero “più in là” ma non le fai, o se le fai cosa accade? Questa esperienza di vita senza uno scopo, una meta, può poi portarti a capire davvero cosa tu vuoi nella tua vita, dentro te, quale è il vero piacere, e non il piacere degli altri. Smettendo di pensare al “io voglio aiutare gli altri” in modo quasi ossessivo, quindi accettando anche gli altri per come sono e non volendo a tutti i costi cambiarli (che è una ricerca costante di volere cambiare te stesso). Ma scoprendo il piacere puro e semplice della vita, delle cose, di chi sei, già così stai cambiando il mondo e contribuendo alla sua trasformazione e alla trasformazione delle altre persone. In pratica diventi come un sole che dà senza aspettarsi qualcosa in cambio, quindi che dà senza l’aspettativa che gli altri cambino come vorresti.

 


Lettura dei Tarocchi #5

Lettura dei Tarocchi

Consultante: Donna

Domanda: Perché non riesco a trovare l’amore?

Stesa a tre carte:

sotto il mazzo IL CARRO

ARCANO XIII – LA CASA DIO – IL GIUDIZIO

13835491_10208495587020357_1279202327_o

Risposta: È come se nel tuo Inconscio ci fosse l’informazione che la famiglia è una catastrofe, un disastro, quindi meglio non “fidanzarsi” e lasciare da parte l‘amore. Potremmo chiamarla nevrosi da fallimento famigliare.

Lei: Sì è vero, in casa mia la famiglia è un disastro.

Io: Per non ripetere questo disastro eviti di trovare l’amore; potresti provare a cambiare senza più tu cercare l’amore ma farti trovare dall’amore stesso, quindi aprirsi e coglierlo in te. Probabilmente volevano un maschio, e anche questo fattore ti ha impedito di esprimere totalmente il tuo potenziale, ma è tempo di agire: aprirsi all’amore.


Lettura dei Tarocchi #1

Lettura dei Tarocchi

Consultante: Donna

Domanda: Non c’è una vera e propria domanda, chiede un giro generico tra lei e la persona che in questo momento frequenta; è preoccupata per la distanza che li divide e chiede le possibili soluzioni di come poter rendere più concreto il loro rapporto.

Stesa a tre carte:

sotto il mazzo L’IMPERATRICE

LA CASA DIO – XIII – L’APPESO

13170007_10207926511753831_1685531470_o

Risposta: C’è una sorta di lavoro da fare da parte di entrambi, parliamo però di te. In pratica c’è stato questo colpo di fulmine che può avere portato ad un drastico cambiamento e ad una trasformazione, con un ritorno all’adolescenza. Ti senti piena di energia, piena di esplosività. Questo passaggio però trova un momento di stasi in cui ognuno rimane un po’ “fermo”, una sorta di “non-pensiero”, cioè non si sta pensando realmente ad una soluzione, forse anche perché non è il momento giusto per trovarla. Questo processo sta servendo per lavorare su se stessi, è un momento meditativo profondo su di sé, per capire realmente cosa si vuole. Quindi per affrontare davvero la trasformazione bisogna rinascere, “partorire se stessi”, potrebbe anche voler dire uno spostamento fisico, il cambiamento di una casa, le proprie abitudini, insomma parliamo anche a livello materiale. Allora poi potete entrambi esprimere la vostra esplosività nella totalità, dirvi tutto ciò che portate dentro, senza freni, fare uscire il Piacere per vivere nel piacere.


La falsità è la virtù dei furbi | Il taccuino nero

Dio Dio

quanto sei simpatico

questi mesi

questi anni

questo è un lutto

del Dio risorto

C’è una danza dentro me

c’è il delirio in questo corpo

un brodo alla merda

me lo bevo tutto

fino in fondo

Inamicizia

tu sia lodata

la falsità è la virtù dei furbi

che si fottano pure loro

ci mangio sopra

e ancora merda

suono suono

tiro fuori il campanello

il mio animo corre svelto

Questa volta ho imparato

lo dico sul serio

ho imparato

in dietro si torna

davanti no

Il fuoco io dicevo

e lo dico ancora

ma a vanvera e a vuoto

Balbetto come un ruscello

in piena

nel pieno

Cosmo accorri

i ripari dove sono

mi mangio da solo

vita mia, a noi due

 

Scarica l’eBook de Il taccuino nero

Ordina il libro cartaceo scrivendo a lacantina.casv@gmail.com

 


Zenith | del movimento dei cieli

Riuscita

compito complesso

21

l’unione il tutto

un lutto

mica scherzi

Il mondo lo specchio

la nascita nuova fonte

il ciclo

l’amore vero

lo specchio di me stesso

Spesso si è in due

noi ad esempio

estremi di due poli

il raggiungimento

Il cielo rispecchia mare

o cosmo involontario

il massimo

del mio pensiero

Consapevole di me

gli animali cantano

come noi due quando ci guardiamo

travolti

l’infinito

 

Guarda il videoclip ufficiale

Traccia numero 14 dell’album DEL MOVIMENTO DEI CIELI di Friedrich Cané & Giacomo Marighelli, uscito il 27 Novembre 2015.

Ascolta la canzone

Acquista l’album musicale


Icosaedro | del movimento dei cieli

Il mio percorso
la stella mi guida
attraverso foglie che crescono
radici a terra
un muro di fronte
un taglio netto
l’esplosione
spazza pezzi
il mattone erge retto
la casa di Dio
fulmine rosso
pura geometria esistenziale
ogni nostro movimento
un calcolo perfetto
crea coppia
il sole il fuoco amanti amore
16
le ore
geometria perfetta
la nascita la morte
derivato di 1
crea energia interiore
materia nella forma

La giornata riprende
tutto il mondo un passo a fondo
il sommo schema
secondi scorro
in attesa tuo ritorno
guardo Torre l’esplosione

Traccia numero 13 dell’album DEL MOVIMENTO DEI CIELI di Friedrich Cané & Giacomo Marighelli, uscito il 27 Novembre 2015.

Ascolta la canzone

Acquista l’album musicale in compact-disc o in digital download


Ardesia | del movimento dei cieli

Micce accese
luci e candele
il mio fiato accoglie anima e corpo
un grillo si posa sulla finestra
oggi 7 Agosto
il suo primo canto
fuori finestra
una macchina leggera come aria
passeggia
chissà dove va
noi nel mio letto
ci stringiamo senza sosta
qualcuno sbuffa tacchi pesanti lui la segue
un litigio
come tanti
io e te
forti come il ferro
ci amiamo
disegniamo su lavagna ciò che ci spetta
spina dorsale
mi sale
forte stringo il cuore
come sfinge benedetta
mi inviti
l’unione
generiamo
l’umanità

Traccia numero 12 dell’album DEL MOVIMENTO DEI CIELI di Friedrich Cané & Giacomo Marighelli, uscito il 27 Novembre 2015.

Qui puoi ascoltare la canzone: https://soundcloud.com/friedrich_cane/ardesia

Qui puoi acquistare l’album in compact-disc o in digitale: http://delmovimentodeicieli.bandcamp.com/


Satellite | del movimento dei cieli

Una scintilla
Il fuoco
Sguardi alzati
Meraviglia

Il movimento
alzo sguardo e vedo te
una nube racchiusa
scintille
la vita
come cometa
il passaggio raccolgo in mano
la luna, il sole, le stelle
lo spazio compone il corpo
in un cantico notturno
attratti da luci e ombre
collegamento
tu verso me
alzo dito verso luna
una stella si sposta
ma non importa
io e te nel cosmo comune
in questo mondo
il mio mondo
un quadrifoglio
lo alzo in cielo
buio profondo
ma noi
in una danza di vita

Il battito accelera
con il semplice sguardo
mi penetra
come Orso
il Carro

Traccia numero 11 dell’album DEL MOVIMENTO DEI CIELI di Friedrich Cané & Giacomo Marighelli, uscito il 27 Novembre 2015.

Qui puoi ascoltare la canzone: https://soundcloud.com/friedrich_cane/satellite

Qui puoi acquistare l’album in compact-disc o in digitale: http://delmovimentodeicieli.bandcamp.com/